La terapia fotodinamica (PDT) cutanea è una metodica non invasiva che utilizza una sostanza fotosensibilizzante per via topica e una sorgente luminosa, allo scopo di indurre la distruzione selettiva di cellule tumorali o comunque alterate.

La metodica è molto semplice: la sostanza fotosensibilizzante in crema viene applicata per un tempo variabile da 1 fino a 3 ore sull’area di cute da trattare.
Il tempo di applicazione varia in relazione al tipo di lesione, alla profondità ed
allo spessore della lesione stessa. La successiva esposizione ad una sorgente luminosa, dotata di lunghezza d’onda idonea, attiva la sostanza e genera quei fenomeni che portano alla morte per necrosi o per apoptosi delle cellule. La reazione è limitata al tessuto danneggiato, permettendo un trattamento altamente selettivo. Dopo il trattamento compaiono eritema, edema e talvolta croste che regrediscono nel giro di pochi giorni.

Presso lo Studio Canci viene utilizzato l’acido metil levulinico come fotosensibilizzante e la tecnica PDT utilizzata principalmente per il trattamento dei campi di cancerizzazione, delle cheratosi attiniche di grado I e II, di alcune forme di acne, per il ringiovanimento cutaneo del viso.