La mappa dei nei consiste nella visita effettuata dal dermatologo al fine di individuare la presenza di lesioni da rimuovere perché sospette o da tenere sotto controllo con visite successive.
Di estrema importanza è effettuare la mappa dei nei a cadenza stabilita dal dermatologo (in genere ogni 6-12 mesi) così da consentire di evidenziare eventuali modificazioni delle lesioni pigmentarie nel tempo e dunque di decidere per l’asportazione chirurgica di quelle considerate a rischio di trasformazione maligna.
Questo è uno strumento essenziale nella prevenzione e nella diagnosi precoce di melanoma.