L’utilizzo dei trattamenti laser in campo dermatologico si è sviluppato negli ultimi 20 anni, dando luogo ad una nuova figura di dermatologo specializzato in questo settore. L’avvento dei laser ha completamente rivoluzionato questo campo, mettendo a disposizione tecnologie sempre più raffinate ed evolute. Partendo dal principio della fototermolisi selettiva, si può affermare che per ogni differente tipo di strumento esiste un preciso bersaglio e che dunque ogni inestetismo cutaneo può essere trattato da uno specifico laser.

Ciascuno dei vari trattamenti laser ha una sua specifica lunghezza d’onda e modalità di emissione del raggio luminoso, in grado di essere assorbito in maniera selettiva da un bersaglio cutaneo, detto cromoforo.

I cromofori  possono essere l’emoglobina nelle problematiche vascolari (angiomi, teleangectasie, couperose, capillari) e la melanina presente nelle ipercromie (lentigo, melasma) e nel follicolo pilifero (trattamento dell’ipertricosi e dell’irsutismo). Non esiste un unico laser in grado di trattare tutte le diverse e complesse problematiche cutanee, ma ciascun inestetismo trova il suo specifico strumento.

Lo studio dermatologico in zona Parioli della dottoressa Chiara Canci dispone delle più moderne tecnologie distribuite dalle più importanti aziende produttrici di laser, quali la Quanta System, la Lumenis e la Syneron Candela. Tali tecnologie all’avanguardia permettono di venire incontro a tutte le richieste dei pazienti sui vari trattamenti laser: dalla rimozione dei tatuaggi e delle macchie, al trattamento della couperose fino alla depilazione definitiva.