La tossina botulinica è un farmaco che permette di rilasciare temporaneamente la muscolatura.

Ne esistono sette differenti tipi (A, B, C1, D, E, F e G) derivati da ceppi del batterio Clostridium Botulinum altamente selezionati in laboratorio. Quelli utilizzabili nell’uomo e presenti attualmente in commercio sono il tipo A e il tipo B. In Italia il ministero della Salute ne ha autorizzato l’uso nel 2004 e da allora non si sono mai verificati gravi effetti collaterali. Il rischio di sviluppare allergie è lo stesso che si può avere per altri farmaci.

In dermatologia viene utilizzata per il trattamento delle rughe d’espressione del terzo superiore del volto (glabellari, frontali e perioculari). Viene iniettata attraverso una siringa, dotata di un ago sottilissimo, soltanto nei muscoli interessati, in dosi minime e di solito non lascia segni visibili.
Il trattamento non è doloroso e non richiede anestesia. La seduta dura pochi minuti ed è consentita la rapida ripresa delle attività. L’effetto di rilassamento dei muscoli mimici e di attenuazione delle rughe comincia a rendersi visibile dopo circa 6 giorni dal trattamento e dura circa 3-6 mesi. Dopo circa 4 mesi il trattamento può essere ripetuto.

La tossina botulinica è un farmaco sicuro, si pensi che agli esordi venne utilizzata in medicina nella correzione dello strabismo. Un uso equilibrato del prodotto permette di ottenere un effetto naturale, donando al viso un aspetto meno stanco e più fresco. La sua efficacia nel rimuovere le rughe d’espressione, accompagnata alla sicurezza del trattamento, se eseguito da specialisti, fanno della tossina botulinica uno degli interventi di medicina estetica più apprezzati e richiesti al mondo.